GO UP
spiaggia del relitto Zante

Cosa vedere a Zante

COSA VISITARE A ZANTE

Scopri cosa vedere e fare a Zante: conosci la città, le spiagge, i punti panoramici, i musei, le discoteche e le attrazioni turistiche più importanti. L’isola misura 406 km² e con un pò di organizzazione riuscirai facilmente a visitarla in 7 giorni. Qui vi abbiamo preparato una guida “Come visitare Zante in 7 giorni” per avere un’idea di come organizzare la vostra settimana. Noleggiare un mezzo è sicuramente la soluzione migliore e più veloce per spostarsi sull’ isola di Zante.

LA CITTÁ DI ZANTE E CASTELLO DI BOCHALI

welcometozante-cosavedere-citta-castello

Zante o Zacinto (Zakynthos in greco) è il capoluogo e porto principale dell’ isola. Nel 1953 venne rasa al suolo a seguito del terremoto e del successivo incendio. Con grandi sforzi degli isolani venne ricostruita perdendo il suo stile veneziano. Zante offre notevoli spunti di interesse per il visitatore, come la famosa chiesa di San Dionysios che custodisce le reliquie del santo patrono, la caratteristica Piazza Solomos (qui trovate il Museo Post-Bizantino), la Piazza San Marco (Museo di Dionysios Solomos) e la Piazza Alessandro Roma (il Museo della famiglia Roma). Di notevole interesse anche il lungomare che unisce i 2 moli ed le piccole vie interne della città tra cui spicca Corso Alexander Roma con i suoi portici. Zante è guardata dal castello veneziano, per raggiungerlo bisogna seguire le indicazioni per Bochali (BOXALI), dista circa 5km di strade in salita. Il panorama da qui è incantevole e riempe il cuore. Di giorno si è colpiti dal colore azzurro elettrico del mar Ionio che abbraccia il porto di Zante, di sera le luci della città la fanno da padrone, lasciando un bellissimo ricordo soprattutto nelle notti di luna piena.

LE SPIAGGE DI ZANTE

LE SPIAGGE DI ZANTE PARCO MARINO

PARCO MARINO (ISOLA DI MARATHONISI, TARTARUGHE, GROTTE DI KERI E GROTTE DI MARATHIA)

Il Parco marino spiegato ampiamente nella sezione Parco Marino di Zante include le grotte di Keri, Isola di Cameo e Isola di Marathonisi, è una delle attrazioni principali dell’ isola di Zante.

Il Parco Marino di Zante (in lingua greca Εθνικό Θαλάσσιο Πάρκο Ζακύνθου) è stato istituito nel dicembre del 1999 e costituisce la prima area istituzionale protetta della Grecia. E’ composto di 4 zone marine (A,B,C,D), ed oltre alle tartarughe Caretta Caretta ospita anche alcuni esemplari di Foche Monache (Monachus monachus). Può essere visitato solamente in  Escursione Parco Marino o Noleggiando una barca

SPIAGGIA DEL RELITTO

La Spiaggia del Relitto è la spiaggia più fotografata di tutta la Grecia. La spiaggia bianca di sabbia e ciottoli bianchi e le grotte sulfuree che la circondano, danno alle acque di questa baia un colore azzurro elettrico. Prima del naufragio della nave Panagiotis, avvenuto nel 1980, questa caletta era conosciuta come insenatura di San Giorgio delle Rocce. Qui la motonave Panagiotis, salpata dalle coste della Tunisia con un carico di sigarette di contrabbando, naufragò il 2 ottobre a seguito di un’ avaria del motore. Qui trovate la “Storia della Spiaggia del Relitto” E’ raggiungibile solamente tramite Imbarcazione privata o Escursione Spiaggia del Relitto. Se invece volete scattare una foto dall’ alto, dovete raggiungere il paese di Anafonitria, da lì una stradina vi porterà sulla terrazza che affaccia su questa stupenda insenatura.

 

XIGIA E MACRI GIALOS

La spiaggia di Xigia si trova sulla costa nord orientale dell’ Isola di Zante, a circa 10 km da Alykes/Alykanas. Vi sono 2 spiagge a qualche centinaio di metri l’una dall’altra con lo stesso nome. Per non confonderle vi spieghiamo le differenze. La prima spiaggia che incontrate venendo da sud è la Xigia meno conosciuta e per raggiungere la spiaggia dovrete percorrere un sentiero sterrato. La seconda Xigia è accessibile percorrendo delle ripide scale situate nel parcheggio di un bar. In quest’ultima da delle fessure sulla parete rocciosa che scende a picco sul mare, esce dell’ acqua bianca sulfurea, un toccasana per la pelle. Se l’ odore dello zolfo vi dà fastidio, vi consigliamo vivamente di fermarvi alla prima Xigia. Dopo un bagno a Xigia, proseguendo verso nord incontrerete la Spiaggia di Macri Gialos. Una lingua di spiaggia di ciottoli bianchi dove l’acqua è cristallina. Da qui partono anche alcune imbarcazioni che portano alla spiaggia del relitto. Entrambe queste spiagge offrono dei fondali ricchi di pesci e fare lo snorkeling è un piacere. Nel tardo pomeriggio è possibile ammirare stelle marine che lentamente fanno capolino appena il sole inizia ad inabissarsi.

DAFNI

La spiaggia di Dafni e quella di Gerakas sono le uniche 2 della zona A del Parco Marino (la zona più protetta) accessibili al pubblico. Per raggiungerla vi sono due strade e bisogna fare attenzione. La prima è più corta e l’ingresso è situato a pochi chilometri da Argasi. La seconda è molto più lunga e percorrerla può richiedere il doppio del tempo. In entrambe la strada è sterrata e bisogna percorrerla con cautela. Dopo qualche chilometro di tornanti arriverete a questa splendida spiaggia, che grazie alla difficoltà nel raggiungerla è una delle meno frequentate dell’isola. Facendo parte del parco marino qui la pesca è vietata, di conseguenza i fondali sono ricchi di vegetazione e pesci. Sulla spiaggia troverete numerosi nidi di tartaruga, protetti da delle gabbiette di legno. Ad agosto con un pò di fortuna potreste avere la possibilità di osservare i primi tartarughini nascere e dirigersi verso il mare.​ La prima taverna (Dafni taverna) è quella dove fare più attenzione, ci sono pervenute numerose lamentele.

SAN NIKOLAS E BANANA BEACH

San Nikolas Beach (da non confondere con il porto a nord dell’isola) e Banana Beach si contendono da anni il primato di spiaggia più attrezzata di Zante. In queste due lunghe spiagge sabbiose con acqua cristallina è possibile fare numerosi sport acquatici, tra cui moto d’acqua, paracadute, banana, flyboard, sci nautico. Entrambe offrono un servizio navetta gratuito. Per chi invece vuole solamente rilassarsi, niente di meglio che gustare un drink o un pasto sotto l’ombrellone con vista mare, pagando dalle 5 alle 7 euro a persona. Dopo il tramonto, essendo lontane dalla movida, non offrono nessun divertimento se non qualche taverna con piatti locali.

GERAKAS

La spiaggia di Gerakas è l’ultima spiaggia della zona sud-est dell’isola di Zante e fa parte della zona A del Parco Marino (la zona più protetta). Come tutte le spiagge del Parco Parino è accessibile al pubblico dalle 8 del mattino al tramonto. Qui si trovano numerosi nidi di tartaruga e, come a Dafni, i volontari del WWF controllano che vengano rispettate le regole del parco. Questa lunga spiaggia sabbiosa termina con una parete di argilla, ma attenzione a raccoglierla, è vietato. Anche qui l’acqua è cristallina e ricca di pesci, grazie al divieto di pesca. Ad agosto con un po’ di fortuna potreste avere la possibilità di osservare i primi tartarughini nascere e dirigersi verso il mare.

SPIAGGIA DI KERI

SPIAGGIA DI KERI, SPIAGGIA DI MARATHIA e TRAMONTO AL FAROS DI KERI.

Da dedicare un’ unica giornata a queste due spiagge. L’ acqua è limpida e mentre la spiaggia di Keri è sabbiosa, quella di Marathia è di ciottoli bianchi ma entrambe offrono una vista sull’ isola di Marathonisi. Dopo aver fatto il bagno in queste due spiagge non c’è niente di meglio che terminare la giornata ammirando il tramonto dal Faros di Keri situato a circa 15 minuti dalla spiaggia di Marathia o in uno degli altri punti panoramici presenti nella guida “Dove ammirare il tramonto a Zante“.

PORTO LIMNIONAS E PORTO ROXA

Situate nella costa ovest, a 2 chilometri l’una dall’ altra, queste due insenature rocciose sono una l’opposta dell’altra. Porto Roxa è più selvaggia, offre pochi lettini e ombrelloni, ma la sua particolarità sono dei letti a dondolo fronte mare (totalmente gratuiti consumando qualcosa al bar) e perfetti per chi vuole rilassarsi ascoltando il mare. L’accesso al mare è un po’ impervio e delle scarpette sono consigliate. I fondali sono rocciosi e allontanandosi è possibile ammirare numerosi pesci.

Porto Limnionas è più attrezzata e con molti più lettini e ombrelloni rispetto alla “sua rivale”. Porto Limnionas è sicuramente più turistica e rumorosa di Porto Roxa ma è uno dei luoghi da non perdere per via del colore del mare, qui infatti l’ acqua marina si incontra con una sorgente di acqua dolce, dando al mare il colore di una piscina.

PUNTI PANORAMICI

BOCHALI

Tra le località più caratteristiche di Zante, vale la pena visitare la bellissima Bochali, un piccolo villaggio situato sulla collina alle spalle della città. Il villaggio, che dista pochi km, è raggiungibile anche a piedi percorrendo una strada in salita da Piazza Solomos. Questo villaggioè conosciuto principalmente per la stupenda vista panoramica sulla città e del suo porto avvolto dal blu intenso delle acque del mar Ionio.

I turisti amano venire soprattutto all’ ora del tramonto, quando il cielo ed il mare si tingono di rosso ed arancione, dando vita ad uno spettacolo unico ed emozionante. Un’ altra valida e romantica alternativa e visitarla dopo cena, seduti in uno dei tanti bar qui presenti e sorseggiando un drink ammirando le luci della città e della luna che si rispecchiano nel mare.

KERI

La maggior parte dei turisti giungono qui per ammirare il tramonto. Questa località non è da confondere con Keri Lake. Per raggiungere questo punto panoramico si devono seguire le indicazioni per Keri proseguendo per ulteriori 2km verso Faros Keri, capirete che siete arrivati quando passerete sotto la bandiera greca più grande del mondo (670 m²).

SPIAGGIA DEL RELITTO

Da questo punto vengono scattate le numerose foto che trovate su siti internet, cartoline e social network. Per raggiungerlo dovete arrivare al villaggio di Anafonitria e seguire le numerose indicazioni per il “Viewpoint” che dista 4 Km. Molto frequentato di giorno per via dei numerosi bus turistici, al tramonto si può godere di un’ atmosfera più rilassata e ammirando in tranquillità il sole tuffarsi nel mar Ionio.

KAMPI

Kampi è un piccolo villaggio arroccato su un promontorio a circa 300 metri sul livello del mare e come Keri e la Spiaggia del relitto si affaccia sulla costa occidentale offrendo un panorama mozzafiato soprattutto al tramonto. Qui troverete un’ enorme croce in cemento che si erge sul promontorio appena poco fuori dal villaggio, eretta in memoria dei caduti della guerra civile del 1940.

SKOPOS

Il monte Skopos è sicuramente il meno conosciuto e battuto dai turisti. Situato a pochi Km da Argasi, questa punto panoramico è situato a 492 m di altitudine. Offre una vista scenografica su tutta la zona meridionale e sudorientale dell’ isola. In cima al monte troverete il monastero della Panagia Skopiotissa risalente al XV secolo.

MUSEI DI ZANTE

MUSEO BIZANTINO DI ZAKYNTHOS

Il Museo Bizantino di Zante (The Byzantine Museum of Zakynthos), costruito dopo il terremoto del 1953, si trova in piazza Solomos, nella città di Zante. Qui puoi ammirare una ricca collezione di agiografie risalenti dal periodo Bizantino al XIX secolo, sculture e statue ellenistiche e bizantine e alcune magnifiche iconostasi provenienti dalle chiese dell’isola. Le opere di grandi agiografi di Zakynthos come Doxaras, Koutouzis, Tzanes, Kandounis e Damaskinos, sono esposte qui.
Indirizzo: Piazza Solomos, città di Zante

Orari di apertura: 1 luglio – 31 ottobre: tutti i giorni: dalle 08:00 alle 15:00
Lunedì: chiuso
Tariffe: Intero € 4, ridotto € 2

MUSEO DI D. SOLOMOS E A. KALVOS

Nella piazza storica di San Marco questo museo, un tempo il casino dell’isola, venne totalmente distrutto dal terremoto del 1953. . E’ stato costruito nel 1957 ed inaugurato come museo nel 1968. Questo è l’edificio più importante in questo piazza. Al piano terra si trovano le tombe di Dionisios Solomos e Andrea Kalvos. Nel piano superiore sono esposti oggetti personali e documenti di D. Solomos e A. Kalvos, G. Xenopoulos e di altri esponenti di spicco di Zante.
Orari di apertura: Dal 1 ° maggio al 31 ottobre: tutti i giorni: dalle 09:00 alle 14:00
Tariffe: Intero € 4 Ridotti € 2

MUSEO DI STORIA NATURALE DI HELMI

Il Museo di storia naturale di Helmi (Helmi’s Natural History Museum) è l’unico nel suo genere a Zante. Il museo è situato presso il villaggio di Ayia Marina, in un bellissimo edificio tradizionale. Le collezioni del museo includono esemplari della flora e della fauna della natura di Zante. Inaugurato nell’agosto del 2000, il museo è finanziato privatamente e mira a far conoscere le meraviglie della natura di Zante. Fin dal primo giorno di attività il museo ha continuato a crescere. Oggi è considerato una delle istituzioni più promettenti del genere in Grecia e nei Balcani.
Indirizzo: Aghia Marina, 29100 Zante (15 minuti di macchina da Zante città)
Orari di apertura: Dal 1 ° maggio al 31 ottobre: tutti i giorni: dalle 09:00 alle 18:00
Tariffe: Adulti € 6 Bambini € 3

MUSEO NAVALE DI ZAKYNTHOS

Il museo navale di Zakynthos è situato poco al di fuori di Zante città, sulla collina di Strani. Copre tutti gli aspetti della storia navale dal 1700 ad oggi e ha un eccellente collezione di costumi risalenti alla guerra civile greca e alla prima e seconda guerra mondiali. È inoltre presente un documentario e informazioni sul sottomarino inglese HMS Perseus affondato tra Cefalonia e Zante durante la seconda guerra mondiale.

Indirizzo: Tsilivi, 29100 Zante (10 minuti di macchina da Zante città)
Orari di apertura: 09:30-14:00 18:30-21:00
Tariffe: Intero 2.60

LA CASA DI FOSCOLO

La casa di Ugo Foscolo si trova nella città di Zante. Questo piccolo museo, costruito nel 2016, è dedicato al famoso poeta italiano di Zante, Ugo Foscolo, nato sull’isola nel 1778. La casa di Foscolo si trova sul luogo della sua casa originale, è stata infatti completamente ricostruita dopo il terremoto del 1953. All’esterno della casa c’è sia una piccola targa sul muro, così come un monumento di marmo bianco in omaggio al compianto Ugo Foscolo.

CHIESE DI ZANTE

CHIESA DI SAN DIONYSIOS

Questa chiesa è la più grande della città,ed è dedicata al patrono dell’isola.
Fu eretta nel 1948 e resistette al terremoto del 1953, il suo campanile si riconosce appena si entra nel porto. Anche se esternamente non ha nessuna caratteristica, entrando si è colpiti dalla quantità di affreschi, portalampade e colori.
Tra gli artisti che hanno contribuito alla bellezza di questa chiesa ci sono il pittore Doxaras e Bafas che ha inciso il reliquiario d’argento in cui si trovano i resti di San Dionisio.
Il campanile, circondato da numerosi bulbi, durante la notte è illuminato creando una vista incantevole.

CHIESA S. NICHOLAS DEL MOLO

Questa chiesa situata in piazza Solomos è l’unico edificio in stile veneziano sopravvissuto al terremoto del 1953 ed è stata restaurata mantenendo le sue caratteristiche originali.
Originariamente la chiesa era stata costruita su un’isola collegata alla terraferma da un ponte, con il passare del tempo l’isola si unì alla città.
Risalente al 17 ° secolo è il più antico edificio in piazza Solomos ed è stato costruito in stile rinascimentale con l’eccezione del campanile che è più Bizantino.
Dentro ci sono gli ornamenti liturgici di San Dionisio, il patrono dell’isola, il quale per un periodo della sua vita dette i servizi all’interno di questa chiesa.

CHIESA DI SAN MARCO

Molto piccola è l’unica chiesa cattolica dell’isola. Situata accanto al Museo di Solomos e Kalvos, sembra un
unico edificio in quanto costruita con lo stesso stile del museo.

CHIESA DI SAN NICOLA KILIOMENOU

Raggiungendo Kiliomeno, la maestà di il campanile colpisce il visitatore. La chiesa e il campanile sono separati sembrando due edifici diversi. Il campanile a base quadrata ha quattro piani, al terzo è possibile ammirare due archi e all’ultimo piano con base esagonale, sono presenti numerose decorazioni in rilievo.

CHIESA DELLA VERGINE KERIOTISSA

Raggiungendo Kiliomeno, la maestà di il campanile colpisce il visitatore. La chiesa e il campanile sono separati sembrando due edifici diversi. Il campanile a base quadrata ha quattro piani, al terzo è possibile ammirare due archi e all’ultimo piano con base esagonale, sono presenti numerose decorazioni in rilievo.

CHIESA SENZA NOME

In questa isola molto religiosa puoi trovare chiese ovunque, anche in mare … Una volta raggiunta Agios Nikolaos, spiaggia nella parte sud dell’isola (presta attenzione c’è un’altra città con lo stesso nome nella parte settentrionale) sulla tuo sinistra noterai un pezzo di terra su cui è situata una piccola chiesa bianca. La chiesa non ha né nome e né altre informazioni, purtroppo non è possibile entrare.

DISCOTECA BARRAGE

La discoteca più grande dell’isola, situata tra Zante ed Argasi organizza feste il Martedì con il famosissimo “MARTEDì BIANCO” e il Venerdi “L’ELEGANT PARTY”.