GO UP

L’Isola di Zante

isola di Zante

L’ Isola di Zante chiamata anche Zakynthos o Zacinto, è l’isola più a sud dell’ arcipelago delle isole Ionie. Con una superficie di 406 km² ed è la terza in ordine di grandezza dopo Cefalonia e Corfù. Ben nota per aver dato i natali al poeta Ugo Foscolo, il quale scrisse il celebre sonetto “A Zacinto” è conosciuta soprattutto per la baia del Relitto che è tra le spiagge più fotografate e conosciute di tutta la Grecia.

L’isola di Zante è un’isola dai forti contrasti: il mare turchese di questa isola fa da cornice alla lussureggiante vegetazione che si alterna tra boschi di pini, vigneti e uliveti. Dal punto di vista geologico, nella zona occidentale sono presenti imponenti coste rocciose che formano piccoli fiordi, mentre nella zona orientale e nella zona sud le coste sono prettamente sabbiose. Proprio nella costa meridionale le tartarughe di mare Caretta Caretta vengono a nidificare da Maggio ad Agosto, per tutelare la specie nel 1999 grazie all’interesse del WWF l’area è diventata Parco Marino.

Isola di  Zante costa occidentale
Costa occidentale dell’ Isola di Zante

Grazie al clima tipicamente mediterraneo con estati calde e inverni miti ma piovosi, l’attività agricola è molto sviluppata. Di interesse anche l’allevamento di bestiame che porta in tavola ottime carni e formaggi. Ciò nonostante, l’industria del turismo rimane attività di fondamentale importanza per l’isola che accoglie ogni anno da aprile a ottobre numerosi visitatori.

Come arrivare a Zante

Aereo

L’aereo è sicuramente la soluzione migliore e più veloce, grazie alle numerose linee low cost che tutti i giorni partono dalle città italiane. La lista completa la trovi su questo articolo ZANTE LOW COST: TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE.

Traghetto

Ci sono 3 soluzioni per raggiungere Zante via mare:

Traghetto diretto dall’ Italia: I traghetti diretti partono 2 volte a settimana a partire da Luglio dai porti di Brindisi e Bari, raggiungendo l’isola di Zante dopo 17 ore di navigazione.

Traghetto da Killini: dal porto di Killini partono numerosi traghetti che in poco più di un’ora arrivano al porto principale di Zante. Il porto di Killini è un’ ottima alternativa per chi vuole spezzare le 17ore di viaggio del traghetto diretto, scegliendo un traghetto da Bari o Brindisi per Patrasso. La distanza da Patrasso a Killini è di poco meno di un’ ora di auto.

Traghetto da Cefalonia: dal porto di Pessada (a sud di Cefalonia) c’è un traghetto di mattina e un traghetto di pomeriggio che in poco più di un’ora di navigazione portano al porto di San Nikolaos, situato a nord dell’ Isola di Zante.

Cosa vedere a Zante

La Spiaggia del relitto

Isola di Zante Relitto
La Spiaggia del Relitto

La Spiaggia del Relitto è la baia più bella di Zante ma anche la più fotografata. Meta immancabile per ogni turista che visita l’Isola di Zante, è raggiungibile solo via mare grazie alle numerose escursioni che ogni giorno accompagnano migliaia di turisti in questo paradiso greco.

Il Parco Marino

le grotte dell' Isola di Zante
Le Grotte del Parco Marino di Zante

Il Parco Nazionale Marino di Zante si estende dal promontorio di Gerakas a Keri. Al suo interno è possibile vedere l’Isola di Marathonisi, le grotte di Marathia e di Keri ma soprattutto le tartarughe Caretta-Caretta. Le escursioni vi porteranno ad ammirare questa zona incontaminata dell’ isola di Zante.

Isola di Cameo

l'isola di Cameo
L’Isola di Cameo

Questa isola privata situata all’ interno del Parco Marino, è collegata alla terraferma grazie ad un pontile di legno. L’Isola di Cameo è posizionata al secondo posto tra i luoghi più fotografati di Zante. Al suo interno è presente un bar e una piccola spiaggia. 2 volte a settimana vengono organizzati degli aperitivi.

Tramonto

tramonto sull' Isola di Zante
Tramonto da Kampi

Quando si è in vacanza, la foto che non deve mancare mai è quella di un bel tramonto e anche in questo l’isola di Zante è la regina. I 3 punti panoramici dove osservare il tramonto sono tutti nella zona occidentale dell’ Isola e sono tutti a strapiombo sul mare, una sofferenza per chi soffre di vertigini! Il punto più turistico e anche quello più facilmente raggiungibile è Keri, a poche decine di metri dalla bandiera più grande della Grecia. Gli altri 2 punti panoramici sono Kampi e Il punto panoramico a qualche Km da Anafonitria da dove ci si affaccia per ammirare il relitto dall’alto.

Bochali

Bochali isola di Zante
Vista dal villaggio di Bochali

Il villaggio di Bochali offre una vista panoramica della città di Zante e del suo porto. Raggiungibile sia a piedi, da un sentiero che parte alle spalle di Piazza San Marco, che in auto in circa 10minuti, questo villaggio si sviluppa intorno al castello veneziano. Caffetterie e bar offrono la possibilità di sorseggiare un drink con una bellissima vista panoramica e soprattutto di notte è meta di numerose coppie e famiglie che vengono qui a rilassarsi lontano dalla vita caotica della città.

La vita notturna a Zante

la movida sull'isola di Zante
La vita notturna alla discoteca Barrage

La vita notturna a Zante è variegata, da una parte la festaiola Laganas frequentata principalmente da 18-21 enni, dall’ altra la città di Zante scelta da chi vuole sorseggiare un drink e adatta dai 21 anni in su, il collante è il Barrage, una discoteca che offre 2 sale all’aperto e che riunisce il Martedì e il Venerdì tutti gli italiani presenti sull’ Isola. Un evento da non perdere!

Le spiagge più belle a Zante

Spiaggia del Relitto

La spiaggia del relitto dell'isola di Zante
Spiaggia del Relitto

Già presente nelle cose da vedere a Zante, non poteva mancare tra le spiagge più belle a Zante. Per goderne a pieno della bellezza vi consigliamo di fare l’escursione con imbarcazioni da massimo 50 posti evitando le imbarcazioni da 100-300 posti. Quando acquistate l’escursione in loco sinceratevi sempre sul tipo di imbarcazione utilizzata.

La Spiaggia di Marathonisi

Isola di Marathonisi
La Spiaggia dell’ Isola di Marathonisi

La meta principale di tutte le escursioni del Parco Nazionale Marino di Zante. Questa bellissima spiaggia può essere raggiunta in escursione utilizzando una barca da massimo 30 posti, alle imbarcazioni più grandi infatti è vietato sostare qui (verificate sempre se l’escursione prevede questa sosta). L’accesso a questa spiaggia è parzialmente impedito in quanto su questa spiaggia vengono a deporre le tartarughe.

Dafni

Dafni Zante
Dafni

In terza posizione un’altra spiaggia del Parco Marino. Dafni è la spiaggia più selvaggia e incontaminata di Zante, grazie alla difficoltà nel raggiungerla e la zona meno turistica dell’isola. In questa spiaggia non arrivano ne bus ne taxi e l’unico modo per raggiungerla è noleggiando un mezzo.

Gerakas

Isola di Zante Gerakas
Gerakas

Anche Gerakas come Dafni fa parte del Parco Marino. Questa spiaggia è collegata alla città di Zante dal servizio navetta fornito dal KTEL (1.80 € a tratta). Offre pochissimi spazi all’ombra ed essendo area protetta possono essere utilizzati solamente gli ombrelloni del Parco. I volontari del WWF pattugliano quest’area e all’ingresso vi forniranno delle brochure gratuite sui comportamenti da tenere.

Xigia

xigia Zante
La spiaggia di Xigia

Situata sulla costa orientale, la spiaggia di Xigia è famosa per le sue sorgenti di acque sulfuree che sgorgano da alcune fessure nella roccia dando alle sue acque un insolito colore bianco. La spiaggia è piccolissima e consigliamo di arrivare prima delle 10. Un’altra caratteristica di questa spiaggia è il bar, situato all’ inizio della discesa, che serve i clienti sottostanti con un’ingegnosa carrucola.

Macri Gialos

Macri Gialos Zante
Macri Gialos Zante

A pochi km a nord di Xigia si incontra quest’altra bellissima spiaggia, dove il mare assume una serie incredibile di gradazioni di blu in contrasto con i promontori pieni di verde. La spiaggia è di sabbia e sassolini.

Porto Limnionas

Porto Limnionas Zante
Porto Limnionas

Porto Limnionas è un’insenatura molto simile a Porto Roxa, dalla quale dista meno di 2 km. In questo luogo, come nella maggior parte delle insenature della zona occidentale dell’ isola di Zante, non troverete sabbia. In alcuni punti l’acqua è molto fredda, essendoci correnti d’acqua dolce provenienti da alcune fessure della roccia.