GO UP

Trekking a Zante sul Monte Skopos

Monte Skopos il più bel trekking di Zante

Monte Skopos rappresenta uno scenario unico per il trekking a Zante. Il monte si trova a sud di Zante ad un paio di km dalla città di Argassi. Ha un altitudine di 492 m e sulla cima, oltre ad ammirare lo splendore di gran parte dell’ isola, è inoltre possibile visitare il monastero di Panagia Skopiotissa nel luogo in cui si trovava l’antico tempio della dea Diana. Il percorso trekking è immerso nella caratteristica vegetazione e macchia mediterranea delle Isole Ionie. La splendida vista panoramica vi affascinerà in ogni punto del percorso, che per i più allenati si conclude con una discesa tecnica alla Baia di Laganas.

Inizio del percorso

L’inizio del percorso si trova a sud della città di Argassi, a destra troverete una stradina (qui la posizione) e al bivio prendere la salita a sinistra. Si parcheggia subito dopo il cancello.

Durata

La vetta si può raggiungere in circa un’ ora e mezza. Per i più allenati, raggiunta la vetta, c’è un ulteriore discesa che porta a Kalamaki.

Punto panoramico
vista panoramica dal monte Skopos
Vista panoramica sulla baia di Laganas al tramonto

Sulla vetta sono presenti due punti panoramici. Il punto panoramico più impegnativo e dove bisogna prestare maggiore attenzione, è in cima alla collina rocciosa situata sul lato est della chiesa. Sul lato posteriore è presente una corda che guida e sostiene il visitatore fino alla cima. La vista da qui è davvero magnifica. Il secondo punto panoramico è un centinaio di metri oltre il monastero di Panagia Skopiotissa e offre una stupenda vista su tutta la baia di Laganas.

Il monastero di Panagia Skopiotissa
monastero panagia skopiotissa zante
Monastero Panagia Skopiotissa

Il Monastero di Panagia Skopiotissa è uno dei monasteri più antichi dell’isola. Fu costruito prima della metà del XV secolo e nel 1534 fu ceduto alla famiglia di nobili “Logothetis” a cui appartiene ancora oggi. La chiesa fu costruita a forma di croce sul sito di un tempio di Diana ed è circondata dalle rovine di un monastero un tempo fiorente. All’interno della chiesa ci sono bellissimi dipinti murali di santi e un’icona della Panagia Skopiotissa.